I numeri della ricostruzione in Emilia-Romagna

La ricostruzione dopo il sisma del 20 e 29 maggio 2012

A che punto la ricostruzione in Emilia Romagna in seguito al terremoto che ha colpito il Nord Italia nel 2012? Lo stato degli interventi e dei finanziamenti nel Report pubblicato dalla Regione Emilia-Romagna a sette anni dal sisma: un successo dal punto di vista economico e della collaborazione pubblico e privato.

20 e 29 maggio 2012, un forte terremoto devasta il Nord Italia. 6 le province colpite dal sisma: Bologna, Modena, Reggio Emilia, Ferrara, Mantova e Rovigo. Gravissime le conseguenze del sisma in Emilia-Romagna.

Oltre alle perdite umane, ai danni a edifici storici e abitazioni, è duramente colpita l’economia di tutta l’area. Per la prima volta viene alla luce la vulnerabilità sismica dei prefabbricati industriali che risultano fortemente danneggiati con enormi ripercussioni sulle attività produttive.

Nell’area del cratere oggi l’economia marcia più di prima con 115 mila imprese attive che danno occupazione a 45 mila lavoratori, creando valore per oltre 38 mld di euro, il 2,4% del Pil nazionale. L’occupazione è cresciuta del 5,1% in linea col 5,6% dell’Emilia Romagna.

I danni

I danni del sisma sono stati valutati (relazione inviata alla Commissione UE) complessivamente in 13 miliardi e 273 milioni di euro. In Emilia‐Romagna la stima è di 12 miliardi e 202 milioni di euro: 676 milioni per i provvedimenti di emergenza; 3 miliardi e 285 milioni di danni all’edilizia residenziale; 5 miliardi e 237 milioni di danni alle attività produttive; 2 miliardi e 75 milioni di danni ai beni storico‐culturali e agli edifici religiosi; la quota restante è suddivisa fra edifici e servizi pubblici e infrastrutture.

Leggi e ordinanze

Per far fronte alla ricostruzione delle attività produttive la Regione Emilia-Romagna ha emanato una serie di ordinanze che fanno riferimento in via principale a 3 norme e alle successive modifiche:

  1. La legge 122/2012, in particolare per quanto riguarda l’art 3
  2. L’ordinanza 57/2012 per la ricostruzione delle imprese
  3. L’ordinanza 23/2013, più nota come Bando Inail

Attività produttive

Sette anni dopo il sisma in Emilia-Romagna: i numeri della ricostruzione

Contributi per la ricostruzione delle imprese *

Ordinanza n. 57/2012 e successive modifiche e integrazioni
Contributi-ricostruzione-attività-produttive 18-06-2019

Dati aggiornati a giugno 2019

Contributi per la ricostruzione delle abitazioni*

Contributi-ricostruzione-abitazioni 18-06-2019

Dati aggiornati a giugno 2019

Fonte: Regione Emilia-Romagna, Open ricostruzione

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies tecnici" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti" Puoi avere maggiori dettagli visionando l'informativa estesa . Proseguendo con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies.