Il rischio sismico in Italia: lo spiega il Politecnico di Milano


Polimi_Leonardo_campus_main_buildingIl rischio sismico in Italia: in un elaborato del Politecnico di Milano alcune delle domande più frequenti sul tema del terremoto, della sua frequenza e della sua pericolosità e le risposte che cercano di chiarire alcuni concetti di base. La differenza tra scala Mercalli e scala Richter, il significato di terremoto raro, la probabilità che in Italia si verifichi uno Tsunami, cosa si intende per costruzione antisismica e molto altro.

Alcuni casi concreti chiariscono meglio il quadro. Tra le informazioni degne di nota: solo la regione Piemonte negli ultimi 150 anni non ha subito terremoti distruttivi. L’Italia è tra i paesi al mondo che sopporta maggiori danni da terremoto, tuttavia è il primo che ha anche varato normative antisismiche. Dopo il terremoto di Messina del 1908, ha istituito una classificazione sismica del territorio e ha promulgato ufficialmente norme per costruzioni antisismiche. Purtroppo la prevenzione è ancora una scritta su un foglio di carta, ben lungi dall’essere praticata.

Per saperne di più: Conosci il rischio sismico in Italia?

Open days 2020 di ingegneria civile – Politecnico di Milano

 

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies tecnici" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti" Puoi avere maggiori dettagli visionando l'informativa estesa . Proseguendo con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies.